Grottaferrata 81 Anzio 79

25° Giornata – 17/03/2018 18:45

10-22 (10-22), 37-40 (27-18), 60-54 (23-14), 81-79 (21-25)

Temperini n.e., Ortenzi 1, Bistarelli 20, Tretta 13, Garofolo 16, Spizzichini 6, Amendola n.e., Balboni 14, Meschini 7, Brenda 4, Cassaneti n.e.; Coach: Busti, Ass.Coach: Apa
Saccone n.e., Piccolo 19, Ingrillì 5, Coronini 31, Argenti 14, Martino 9, Casini n.e., Frosecchi 0, Diedhiou 4, Converso 0, Gori 5; Coach: Di Segni

%

TIRI DA 2

%

TIRI DA 3

%

TIRI LIBERI

Senza Busti in panchina, espulso a margine di una prima frazione tesissima, e dopo esser sprofondata a -17 trova una clamorosa vittoria in rimonta Grottaferrata, che come nel match d’andata deve sudare le proverbiali sette camicie per piegare Anzio, priva di Pecetta ma “capace” di confezionare una sfida giocata comunque in maniera molto intelligente.
Venendo alla cronaca, come anticipo in precedenza, avvio davvero ricco di tensione al PalaCoscia, in cui a farne le spese è proprio coach Busti, sanzionato col doppio tecnico e praticamente fuori sin dalla palla a due. Al contrario partenza folgorante per Anzio, che oltre a trovare percentuali folli dalla lunga (14/24 alla fine), mostra anche buona fluidità offensiva, scavando in un amen il break che vale il 10-22 della prima sirena. Grandi protagonisti D’Alfonso (26 in 27’ minuti) e un sontuoso Nardi (28 con 9/13 al tiro), con gli ospiti che in effetti continuano ad allungare, toccando peraltro anche il già citato +17 (17-34) in avvio di secondo quarto. Ad ogni modo è tutt’altro che finita la sfida, anche perché la zona 2-3 ordinata da Apa si rivela subito indigesta per Anzio, che man mano, oltre a perdere palloni, perde anche la distanza di sicurezza dagli avversari. Non a caso diventano solo 3 i punti di distacco tra le due squadre, con il 37-40 di metà gara propiziato da un grande Garofolo (16 punti con 100% al tiro) e da un Tretta a due facce (13 in 23’ minuti), che oltre alla solita difesa dimostra di trovarsi a proprio agio anche nei panni del trascinatore. Eppure resta sempre in mano ad Anzio il pallino del gioco, anche perché le percentuali ospiti non tendono a calare, regalando ai ragazzi di Zaccardini ancora un buon margine di vantaggio, comoplici gli adattamen ti sulla zona avversaria. Sul fronte opposto, però, la voglia di rimontare è tantissima, come nel caso di Balboni (semplicemente in grande forma), che insieme a Bistarelli gira definitivamente l’inerzia della gara, trovando proprio sul filo di lana il colpo di reni decisivo. L’ex Tiber, infatti, segna 11 dei suoi 20 punti proprio nel finale di gara (con 7 rimbalzi), guidando i compagni nel delicatissimo punto a punto del finale, deciso dalla maggiore precisione in lunetta dei cryptensi. Perciò torna a sognare le posizioni di vertice Grottaferrata, che al di là di tutto ha mostrato cuore e attributi in quantità industriali, riprendendo per i capelli una sfida iniziata davvero malissimo. 

Stop amaro per noi (giunto quasi in fotocopia a quello d’andata), che tuttavia sottolinea una volta di più le buonissime qualità di un gruppo anche sfortunato, che in zona playoff, al netto di piccole forzature, poteva pure starci.

f/to Emanuele Bellizzi © 2018

Best Player

 

Carmine Nardi (20)

Punti Gara

  • TIRI DA 2 75%
  • TIRI DA 3 60%
  • TIRI LIBERI 78%
  • OER 1,44%

Prossima gara

Nessun evento trovato!

I nostri Tweet

Affiliazione

Federazione Italiana Pallacanestro

Codice 003714

Centro Sportivo Italiano

Codice 00001529

Codice Fiscale 04534971009

Il basket è l’unico sport che tende al cielo. Per questo è una rivoluzione per chi è abituato a guardare sempre a terra.

Bill Russell

Player, Boston Celtics

Share This