Anzio c’é ma nei momenti chiave la Virtus é implacabile

17 Ott 2021 | C Gold

Esordio sfortunato per la formazione di coach Melchiorri che nonostante un inizio arrembante, 12-2 dopo pochi minuti e Tonolli costretto al timeout, cede alla distanza pur rimanendo in partita per tutti i quaranta minuti.
L’avvio dell’Anzio, che sfoggia una nuova divisa in cui domina il rosso, é energico ed é confortato da buone percentuali al tiro, gli ospiti sembrano sbandare ma un Casale letteralmente scatenato tiene i virtussini a contatto con alcune giocate di pregevole fattura.
Il sostanziale equilibrio con il quale si chiude la seconda frazione (36-37) viene spezzato nel terzo periodo quando la Virtus approfitta delle incertezze dell’Anzio in fase di costruzione volando in campo aperto per costruire il break decisivo.
Sospinta dai tifosi che non hanno mai fatto mancare il loro sostegno, l’Anzio riesce a risalire fino al -3 (59-62) cercando il jolly nel tiro dalla distanza che tuttavia non gode più delle percentuali di inizio gara.
Anzio non segna più se non dalla lunetta, la Virtus deve solo gestire e fa sua la partita.

Anzio Basket Club-Virtus Roma 1960 63-73
(20-16; 16-21; 17-22; 10-14)

Anzio Basket Club:
Cretella, Campo (ne), Coronini 4, D’Alfonso D. 10, D’Alfonso M. 9, Pecetta 9, Camillo 4, Vergari (ne), Nardi 25, De Franceschi (ne), Conte S. 2, Hoxha
Virtus Roma 1960:
Di Bello 15, Trebbi (ne), Casale 22, Cavarocchi, Giannini 4, Galli 13, Zoffoli 2, Miglioretto 2, Ascenzi (ne), Pierangeli 10, De Robertis 7