Anzio riparte, ma che fatica!

13 Dic 2021 | C Gold

Battendo Fondi al termine di una gara complicata, l’Anzio interrompe il digiuno che perdurava dal 23 ottobre e aggancia al sesto posto la Lazio, l’unica squadra ad aver ceduto il passo alla compagine di coach Melchiorri.
In avvio Anzio subito protagonista, fluida in attacco e compatta in difesa costringe Fondi alla larga dal pitturato. Il 27-16 dopo 10′, con i padroni di casa aggrappati a ben 4 triple, sembra quasi la prova generale di una fuga.
Sembra, appunto, perché l’Anzio é maestra nel distruggere quanto costruito o, a seconda delle circostanze, nel ricostruire quello che ha disfatto, come dimostrano i 20′ a cavallo del riposo lungo che certificano la propensione di Anzio all’autolesionismo.
E ci si mette di mezzo pure una fragilità psicologica, purtroppo ricorrente, che manda in tilt la scheda madre dei più navigati pescati nella ricerca spasmodica di giustizia per torti subiti, veri o presunti.
Con tutto da rifare e punteggio in parità (59-59), Anzio ritrova d’incanto lucidità ed una strategia di gioco logica e funzionale con l’inizio dell’ultimo periodo. L’attacco al canestro, l’uno contro uno sistematico (solo un tiro oltre i 6,25) e l’intraprendenza del giovanissimo Conte, valgono l’allungo decisivo e una vittoria importante.

Virtus Basket Fondi-Anzio Basket Club 75-80
(16-27; 23-20; 20-12; 16-21)

Virtus Basket Fondi:
Pezzolla 4, Vejco, Di Vico n.e., Romano 13, Sepe, Bodesmo n.e., Cima, Refini 19, Leccese 2, Di Maro 1, Hollis 18, Rasmussen 18
Anzio Basket Club:
Cretella 2, Campo n.e., Coronini 12, D’Alfonso M. 8, Nwokoye, Pecetta 12, Camillo 8, Vergari n.e., Nardi 19, Conte 13, Hoxha 6