Urge una scossa

22 Nov 2021 | C Gold

La vittoria del San Paolo Ostiense, Anzio che stecca la terza gara consecutiva in casa, spazza via i dubbi sul futuro della stagione della formazione di coach Melchiorri che sarà complicato e sofferto.
Come le precedenti, anche la gara contro la formazione capofila del girone é stata all’insegna degli alti e bassi, disomogenea e carente sotto il profilo gestionale. L’impressione é che in alcune fasi della partita Anzio sia un’orchestra in cui ognuno dei suoi musicisti improvvisi nuovi accordi invece di attenersi allo spartito provato e riprovato in settimana.
Una sorta di anarchia che si manifesta nella libertà del singolo di variare liberamente e senza preavviso gli schemi di gioco. Ne consegue che gli “assolo”, imprevisti e non richiesti, spiccano per estemporaneità ed estraneità totale alla trama in atto.
Ne consegue, insomma, che fronteggiare una squadra solida sotto il profilo psico-fisico per 40′ come quella allenata da Colella, impone di perseverare per lo stesso tempo osservando diligentemente i ruoli e i compiti assegnati.

Anzio Basket Club- San Polo Ostiense 74-84
(26-22; 17-18; 12-21; 19-23)

Anzio Basket Club:
Cretella 2, Campo (ne), Coronini 2, D’Alfonso D. 9, D’Alfonso M. 11, Pecetta 8, Camillo 5, Vergari (ne), Nardi 20, Conte 5, Deriu, Hoxha 12
San Paolo Ostiense:
Desideri (ne), Miscione 14, Ballin 13, Loi 23, Tocci (ne), Dunstan, Amanti 19, Galli 4, Bianchini 2, Dimayuga 3, Mastrelli 4, Pangilimam 2